collapse

* Canale Telegram

Canale informativo di riserva:
Linuxmind-italia
https://t.me/linuxmind

* Mind-chat

Refresh History
  • Tony: Idea! Degrado gli altri utenti dello staff a utenti normali e rimango l'unico e solo amministratore! Eh, eh, eh. Sono il re del mondo. Cominciò così la dittatura di Tony I il terribile.
    Oggi alle 09:09:40
  • Bobol: ;D
    Ieri alle 21:46:51
  • Pope: :ciao:
    Ieri alle 21:31:56
  • SupertuxKart: :ciao: :coffee:
    Ieri alle 21:20:00
  • SupertuxKart: Cova ci gatta
    Ieri alle 21:13:17
  • SupertuxKart: Sto Clausius lo avete fatto diventare rosa ?
    Ieri alle 21:11:33
  • Pope: Forum reset
    Ieri alle 21:10:27
  • Bobol: ...stai bbonooooo  ;D
    Ieri alle 21:00:53
  • Tony: Cos'è questa nuova opzione? Se clicco qua che succede?
    Ieri alle 20:48:40
  • Tony: :rofl:
    Ieri alle 20:48:02
  • drugo: :rofl: :rofl: :rofl:
    Ieri alle 20:29:43
  • danialbi: ah dici che i missili.....beh, pero', la teoria regge...
    Ieri alle 18:26:59
  • evilwillneverdie: Io mi immagino un futuro in cui scopriremo che kim Jong Un non è che voleva minacciare nessuno con le sue testate nucleari, è che quando gli han dato l'incarico di admin della Corea ha visto quel bel pulsantino nuovo di pacca e ha provato ripetutamente a cliccarlo...  ;D
    Ieri alle 18:13:17
  • danialbi: qualche giorno fai per aprire il forum.... e non c'e' piu' :)
    Ieri alle 18:00:06
  • danialbi: mid c'erano gia' dei mostri, tu gli hai dato le chiavi di casa....peggio ancora :)
    Ieri alle 17:59:44
  • midnite: Ecco, ho creato dei mostri...  :palm:
    Ieri alle 17:57:55
  • Tony: Almeno abbiamo capito a chi stai sulle scatole
    Ieri alle 17:56:07
  • Tony: Da un grande potere derivano grandi responsabilità
    Ieri alle 17:55:35
  • danialbi: ma un secondo era troppo, il mio impulso a cliccare era piu' veloce :) :) :)
    Ieri alle 17:48:10
  • danialbi: e fra l'altro passandoci sopra il mouse dopo un secondo ti dice cosa fa :)
    Ieri alle 17:47:41
  • danialbi: solo in quel momento ho capito :) :)
    Ieri alle 17:47:17
  • danialbi: poi non essendomi accorto di nulla, mi son pure detto, "beh, ma a che serve??"....e ne ho cliccato un altro (mi pare di met) :)
    Ieri alle 17:46:59
  • danialbi: ho visto quel bel pulsantino nuovo, e ne ho cliccato uno a caso....
    Ieri alle 17:46:22
  • danialbi: daigo sono staio erroneamente io...
    Ieri alle 17:45:55
  • Bobol: :hmm:
    Ieri alle 17:37:40
  • Tony: ;)
    Ieri alle 16:25:57
  • Tony: Daigooooo tornaaaa, stavo scherzandooooooo
    Ieri alle 16:25:43
  • Pope: Ma tanto si autocancelleranno arrivati a un certo punto
    Ieri alle 16:16:17
  • Tony: Dai, scherzo eh!
    Ieri alle 16:15:37
  • daigo: ok, non hai parlato con un sordo....
    Ieri alle 16:15:06

* Utenti On Line

  • Dot Visitatori: 26
  • Dot Nascosti: 0
  • Dot Utenti: 2
  • Dot Utenti Online:

* Indice rapido

Autore Topic: Le prove con le distro Live  (Letto 228 volte)

Offline inoxidabile

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 707
  • Distro: Mint
Le prove con le distro Live
« il: Domenica 19 Marzo 2017, 08:43:11 »
Ciao a tutti  :ciao:

Vorrei un vostro parere su di una questione, come da titolo.
Molti, forse tutti, hanno passato un po' di tempo provando svariate distro in modalità live, per prova di compatibilità hw o per semplice curiosità.

Ora mi chiedo: quanto è valida ed oggettiva la prova in termini di verifica dell'efficienza e dei requisiti di sistema?
Bene, vedo l'impostazione del desktop, le interfacce grafiche e se un ambiente è troppo pesante, su pc vecchi casomai scopro che nemmeno si avvia  ;D oppure si pianta... e poi?

Questo dubbio, secondo me generale, viene da una sistemazione che sto facendo su di un Acer Aspire One il quale, seppur taroccato (hdd ssd anche se pata e 1,5G di ram), ha pur sempre un Atom  :bad:.
Avrei bisogno di vedere cosa mettere senza installare, scegliendo ovviamente tra distro leggere.
Le due che avrei individuato sono SalentOS e LinuxLite, provandole tramite un lettore dvd esterno via usb.
OK, è un confronto tra cose un tantino diverse, una ha Openbox "addomesticato" e l'altra Xfce ma una gran differenza di reattività non l'ho vista.  :boh:

Mi rendo conto che è una questione che ricade nelle chiacchiere da bar e quindi, l'ho messa in questa sezione...  :)

Offline Bobol

  • FOM (Free and Open Mind)
  • Staff
  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 6122
  • Work & Fun with Linux
  • Distro: SalentOS Luppìu 1.0
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #1 il: Domenica 19 Marzo 2017, 09:23:45 »
In verità, personalmente, una volta trovate quelle che soddisfano meglio in termini di reattività del sistema, scelgo quella che esteticamente mi affascina di più......ma questo lo facevo tempo fa  ;D ormai si può dire che mi sono "fossilizzato" almeno fino a che non sorgerà qualche problema di funzionamento

Offline Enziosavio

  • Sr. Mind
  • ****
  • Post: 269
  • Distro: Linux
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #2 il: Domenica 19 Marzo 2017, 09:38:39 »
Tutte le distrò più importanti hanno la possibilità di installare Lxde o Openbox , prenderne una già preconfezionata è più veloce , ma la cosa si riduce alla presentabilità del Desktop , e se cerchi la leggerezza il Desktop deve essere il più spartano possibile , quindi anche poco presentabile , perfino Openbox se troppo ricco diventa pesante , il wallpaper stesso ha un peso in ram .
Poi quando apri il browser per navigare in Internet ..... sei fregato

Offline inoxidabile

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 707
  • Distro: Mint
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #3 il: Domenica 19 Marzo 2017, 10:09:50 »
@ Bobol: anch'io ormai non provo piu' tanto per vedere, ormai ho i miei gusti   ;D

@ Enzio: un desktop "povero" e' generalmente il primo segnale di leggerezza.
Poi, concordo, si incomincia col browser... nei due casi che dicevo, le differenze sono di qualche secondo in piu' ad avviare il sistema di una ma che poi sembra un poco piu' veloce nel browser.
(veloce... insomma, si fa per dire... ;D)
Stessa cosa ma a vantaggio dell'altra nell'avvio di un'applicazione (Libreoffice).
Insomma, sembra quasi un testa a testa, nel qual caso preferirei avere xfce ma non vorrei dovermene poi pentire  :dry:

Offline Bobol

  • FOM (Free and Open Mind)
  • Staff
  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 6122
  • Work & Fun with Linux
  • Distro: SalentOS Luppìu 1.0
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #4 il: Domenica 19 Marzo 2017, 10:45:31 »
installa e giocaci un pò.....formattazione e reinstallazione ormai sono operazioni che non dovrebbero esserti difficoltose  ;)

Online evilwillneverdie

  • Ubuntu è un'antica parola africana che significa "Debian è troppo difficile da configurare"
  • Staff
  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 2144
  • In The Finnish Man We Trust Linux_User#577804
    • La mia Benefit Corporation
  • Distro: Ubuntu 16.04 LTS Gnome Shell on Santech C37
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #5 il: Domenica 19 Marzo 2017, 10:47:32 »
XFCE sull'acerino va, mio fratello ci ha usato Xubuntu per degli anni, ovviamente uso casalingo, navigare in rete con Chromium, un paio di mail ogni tanto, un documento Libreoffice senza troppe pretese. In realtà si era trovato bene anche con Mate come gestione delle risorse, semplicemente XFCE è un po' più avanzato come concezione.

Offline inoxidabile

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 707
  • Distro: Mint
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #6 il: Domenica 19 Marzo 2017, 11:05:00 »
@ Bobol : sì,  hai ragione, la domanda era legata a sapere se nell'esperienza o conoscenza c'era qualche "controllo" o prova in più che si potesse fare da livello  :)

Offline nick carter

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 564
  • Distro: Slackware 14.2 Xfce
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #7 il: Domenica 19 Marzo 2017, 12:21:08 »
Su un cosino del genere (il mio è acer) senza ssd ma con 2 giga di ram ci gira Slackware 14.2 con xfce a 32 bit. In questi ulti tempi l'ho usato, in sostituzione dell'antenna TV) collegato a una TV per la mia vecchietta, che non prende sonno se la TV non parla, in streaming video continuato (con PaleMoon) sui siti dei canali RAI. Questo solo per dire che ci si può ottenere ancora qualcosa di valido.

Nel tuo caso, dal momento che escludo che userai una Slackware, grosse soddisfazioni potresti averle con distribuzioni che usano LXDE o ( forse anche meglio) LXQT e poi installare e usare ICEWM, con tutto il vantaggio della leggerezza di icewm (60 mb di ram in tutto nelle mie prove) e tutto il vantaggio delle applicazioni collegate all'ambiente principale, lxde o lxqt che sia. Parlo del file manager PCmanFM, di leafpad, di lxterminal, ecc.

Certo ICEWM vuole un pelino di impegno per essere configurato, ma niente di particolarmente complesso, e con un stile gradevolmente retrò.

Magari può essere un'idea...

Offline SupertuxKart

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 1905
  • Distro: Mint Mate, fortissimamente Mate
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #8 il: Domenica 19 Marzo 2017, 17:52:17 »
Ciao inox ...  :ciao:
Magari sarebbe bene sapere quale Atom, per capire in dettaglio che cosa metterci.
Ad ogni modo secondo Wikipedia "All models support: MMX, SSE, SSE2, SSE3, SSSE3, Intel 64, Enhanced Intel SpeedStep Technology (EIST), XD bit (an NX bit implementation), hyper-threading", in realtà quasi tutti, salvo qualcuno solo a 32bit come l'N270-280, parecchi serie Z-E, alcuni C etc.
E questo ha un grosso vantaggio su molti dei processori di vecchia generazione che senza le estensioni arrancano molto.
Inoltre a quanto pare LXDE ( come hanno detto nick..  :ciao: enzio ...  :ciao: e midnite  :ciao: ) deve essere piuttosto leggero visto che viene unanimemente suggerito per vecchi hardware e l'Atom penso sia in grado di digerirlo abbastanza bene.

Se lo vuoi provare :
Codice: [Seleziona]
apt install --install-recommends lxde lxde-common
Una buona notizia è che anche il vecchio PIV riesce a digerire discretamente Mint 17.3, chiaramente la velocità non è il suo forte e se apri un paio di pagine pesanti nel browser, va in crisi.
In pratica scarico in due minuti 300-400 MB di aggiornamenti, poi ci vuole mezz'ora prima che li abbia macinati, questo anche per programmi pesanti ci vuole tempo e il browser ne cercherò uno il più possibile leggero.
Secondo me c'è anche un problema di deframmentazione, perchè con il tempo e gli aggiornamenti rallenta in maniera notevole, niente a che vedere però con l'NTFS che va deframmentato minimo una volta alla settimana se lo usi anche non intensamente e si blocca soprattutto se il programma è costituito da files piccoli che divide in centinaia di frammenti.

Giusto per sfizio sulla partizione che ora ha Mint 13, ci metto Ubuntu Mate 16.04.1 ( nel caso con LXDE se pesante ), l'altra ci tengo Mint 17.3, visto che anche se va piano, ( chi va piano, va sano e va lontano ) non ho fretta.
Se vanno piano, aspetterò, tanto non ho furia
« Ultima modifica: Domenica 19 Marzo 2017, 18:06:22 da SupertuxKart »

Offline inoxidabile

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 707
  • Distro: Mint
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #9 il: Domenica 19 Marzo 2017, 23:21:32 »
Ciao Super  :ciao: come sempre dico, sei incommensurabile !
 :)

Dunque è un Atom N270 , non so altro... :boh:

Per il resto, non sono molto amico di lxde,  se devo avere qualcosa del genere allora tanto vale Openbox (su cui, se ricordo bene, peratro lxde è basato).
Poi, chiaramente, se la differenza è contenuta, si può preferire aspettare un secondo in più se l'ambiente ci piace.

Ma al di là della scelta da fare in questo caso, per amore o per forza  ;) , mi chiedo se esista un modo per valutare un sistema solo da live... ad es., in questo caso rimane significativo tenere aperto qualche indicatore di impiego risorse (es conky o altro)?
Oppure va "cronometrato" l'avvio di sistema o delle applicazioni?

Offline SupertuxKart

  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 1905
  • Distro: Mint Mate, fortissimamente Mate
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #10 il: Lunedì 20 Marzo 2017, 00:09:13 »
Sull'N270, se non hai particolari pretese di velocità ci puoi installare qualunque cosa vuoi, dato che grazie alle estensioni non dovresti avere particolari problemi.
Penso che anche con un SSD scarso ci dovrebbe essere un piccolo incremento di velocità, anche se su interfaccia SATA non è particolarmente rilevante, dato poi dal processore.

Nel resto in live i risultati sono falsati a causa del fatto che gli aggiornamenti potrebbero essere pesanti, diciamo che più che altro è una stima abbastanza grossolana, se cronometri i tempi di apertura etc.. Certamente l'indicatore delle risorse è necessario perchè se hai 512 MB e solo per partire ne consumi 300, poi aprendo un browser tipo FF-Chromium dopo due o tre pagine già sei fuori ...
Poi dopo installato c'è la questione del rallentamento dovuto alla frammentazione e alle nuove versioni dei pacchetti, quindi in live la cosa è all'incirca indicativa, ma non da prendere sempre come punto di riferimento.

Io ho preso come punto di riferimento la Mint 17 per questo PIV, ma a quanto pare non è tanto veritiero se accetti di buon grado un certo rallentamento, tipo apertura browser minimo 20 secondo per poi passare in seguito intorno ai 30 secondi.

Ci ho installato come dicevo Mint 17.3 e Ubuntu Mate 16.04.1 e con una certa sorpresa vedo che vano giusto sufficientemente bene, se non devi fare grosse cose, chiaramente non puoi pretendere molto, ma per questi compiti vanno bene.

Ciao :ciao:

Online evilwillneverdie

  • Ubuntu è un'antica parola africana che significa "Debian è troppo difficile da configurare"
  • Staff
  • Hero Mind
  • *****
  • Post: 2144
  • In The Finnish Man We Trust Linux_User#577804
    • La mia Benefit Corporation
  • Distro: Ubuntu 16.04 LTS Gnome Shell on Santech C37
Re:Le prove con le distro Live
« Risposta #11 il: Lunedì 20 Marzo 2017, 04:23:54 »
Se parli di prestazioni, quoto chi ti dice che la live è poco indicativa: sulla mia workstation, i7 fino a 3.5GHz, 16Gb RAM, Nvidia GTX970M, la live fa pena. Appena installato (SSD Samsung) è un missile e le apps si aprono che non hai ancora staccato il dito dal click. Letteralmente, eh.
Quindi la live usala per vedere se funziona tutto, se riconosce l'hardware, se dà errori di sistema, ma tutto lì.